ALTO CONTRASTO -a +A

L’attività fisica riduce il rischio di cataratta

Sono stati recentemente pubblicati i risultati di una ricerca(*) condotta per valutare se le attività fisiche complessivamente svolte da una persona o la pratica di un esercizio intenso, come camminare, andare in bicicletta, fare esercizi fisici o svolgere lavori manuali – in azienda o in casa - sono associate ad un rischio di ammalare di cataratta diverso rispetto a chi è inattivo anche nel tempo libero.
Si tratta di uno studio epidemiologico che ha preso in esame una coorte di 52.600 svedesi di entrambe i sessi di età compresa tra 45 e 83 anni seguita per 12 anni (dal 1998 al 2011), ai quali è stato somministrato un dettagliato questionario per misurare i tipi di attività fisica svolti e sono state rilevate nel tempo le diagnosi e gli interventi ospedalieri per cataratta.
Alla fine del periodo di osservazione il gruppo di soggetti che svolgevano molta attività fisica ha mostrato una riduzione del rischio di cataratta pari al 13% rispetto al gruppo di sedentari.
In particolare la riduzione è stata osservata nei soggetti che praticavano ciclismo per più di 60 minuti ogni giorno ma non in chi usava la bicicletta intensamente però in modo saltuario, e nei soggetti impegnati in lavori manuali pesanti rispetto ai lavoratori sedentari.
Al contrario, essere inattivi nel tempo libero è risultato associato ad un maggior rischio di manifestare la malattia.
È stato inoltre rilevato che la diminuzione maggiore del rischio rispetto ai sedentari si è verificata nel gruppo di persone che praticavano l’attività fisica più intensa da più tempo (a partire dai 30 anni di età o dall’età di “arruolamento” nello studio).
Insomma fare attività anche intensa e proseguirla nel tempo, ma anche specifici tipi di attività come camminare, andare in bicicletta e svolgere un lavoro fisicamente impegnativo, sono associati ad una significativa riduzione del rischio di cataratta, mentre l’assenza di attività fisica risulta correlata con la maggiore frequenza di patologia.

(*) J.Z.Selin, N. Orsini, B.E. Lindblad, A. Wolk - Long-Term Physical Activity and Risk of Age-Related Cataract – Ophthalmology 2015;122:274-280