ALTO CONTRASTO -a +A

Occhiali intelligenti per migliorare la visione negli ipovedenti

Il Nuffield Department of Clinical Neurosciences dell’Università di Oxford sta mettendo a punto occhiali speciali per persone con limitata capacità visiva al fine di permettere una distinzione migliore dell’ambiente circostante e così migliorare la loro mobilità e la capacità di evitare gli ostacoli.
Gli “occhiali intelligenti” sono costituiti da una videocamera miniaturizzata ed inserita nella struttura degli occhiali, un microcomputer così piccolo da essere collocabile in una borsetta ed un software in grado di elaborare le immagini dell’ambiente circostante (gente e ostacoli) in forma più semplice e meglio percettibile dal soggetto. Le immagini vengono trasmesse attraverso un display situato direttamente nelle lenti: il software “interpreta” l’ambiente che circonda la persona rendendo molto più distinguibili rispetto alla visione senza occhiali i particolari come gradini, tavoli, sedie, gruppi di persone, ecc.
In pratica quindi la persona ipovedente guarda attraverso gli occhiali quello che è in grado di vedere con la sua vista limitata, ma il computer arricchisce le immagini di informazioni extra sulle persone o sugli oggetti che si trovano davanti. In alcuni casi diventano molto più facili da riconoscere anche i dettagli di un viso, facilitando in modo più naturale i contatti sociali.
Gli occhiali risultano particolarmente efficaci nelle condizioni di bassa luminosità ambientale e potrebbero risultare particolarmente utili per far fronte a condizioni di nictalopia.
Nel corso del 2014 gli occhiali verranno sperimentati da un gruppo di 30 volontari nelle condizioni di vita reale, in spazi interni – come nei centri commerciali – e in percorsi ad ostacoli riprodotti in laboratorio.
La ricerca e lo sviluppo degli occhiali sono finanziati dal National Institute for Health Research (NHIR) e le prove sono effettuate con il supporto del Royal National Institute of Blind People (RNIB).
È molto interessante anche quanto è stato anticipato relativamente al costo dell’ausilio, simile ad un normale paio di occhiali: non dovrebbe superare di molto quello di uno smartphone.

www.smart-specs.com
www.eye.ox.ac.uk/oxford-smart-specs-research-group