ALTO CONTRASTO -a +A

Buffa la spunta e prende Cinte

A Castello e Pieve sconfitto l’astensionismo vincono Ivan Boso e Carola Gioseffi
TESINO- Ivan Boso, Carola Gioseffi e Angelo Buffa. Sono i tre nuovi sindaci eletti nei comuni della conca del Tesino. I primi due, gli unici in corsa a Castello ed a Pieve, sono riusciti a superare la soglia del 50%+1. L’astensionismo, l’unico avversario contro cui dovevano lottare, infatti, è rimasto lontano dai due saggi elettorali e pochi minuti dopo la chiusura delle urne è arrivata la conferma che gli elettori di Castello e Pieve avevano fatto il loro dovere. Ivan Boso torna a guidare la sua comunità per la seconda volta: lo aveva fatto dal 2005 al 2010 e con la sua lista “Sinergie Tesine” si appresta a governare fino al 2020. Sono andati in 714 a votare, pari al 66,85%. “Sono contento, soprattutto perché i miei concittadini hanno dimostrato serietà e la disaffezione al voto – ricorda – in paese è stata sconfitta”. Nel 2010 aveva votato il 72,83%, un calo del 6%. “Da domani inizieremo a lavorare per formare la giunta – prosegue Boso – e punteremo sui giovani”. Per Carola Gioseffi è un vero e proprio debutto nella vita amministrativa e politica della conca. Raccoglie l’eredità di Livio Gecele. L’affluenza alle urne, a Pieve, è stata del 70,26% ed il calo, rispetto a cinque anni fa, è stato più marcato che a Castello: dal 6% siamo saliti al 10% (hanno votato 397 dei 632 aventi diritto) con il nuovo sindaco che si accinge, ora, a guidare la comunità “pieveraza” Tanti volti nuovi, soprattutto giovani che hanno deciso di mettersi a disposizione. A Pieve, in estate, il voto contrario alla fusione era stato decisivo per dire no al progetto del comune unico del Tesino. Più massiccia la partecipazione al voto a Cinte dove sono state 280 le schede elettorali depositate nell’urna: hanno votato il 71,98% con una flessione, rispetto alle precedenti comunali, del 6%. Il nuovo sindaco è Angelo Buffa, il candidato outsider che, sostenuto dalla lista Rinascita Cintese, raccoglie l’eredità di Celestino Buffa. Lo spoglio, a Cinte, è andato decisamente più a rilento e solo dopo le 23.30 si è conosciuto il nome del nuovo primo cittadino. 51 anni, gestore del Bar Incontri a Strigno, da oggi Buffa farà il sindaco a tempo pieno. “Lo avevo promesso in campagna elettorale ed è quello che farò. Dono davvero soddisfatto, questa vittoria è merito dell’impegno profuso da tutti i candidati”. In lista c’era anche Ferdinando Ceccato, presidente di Irifor. È il più votato. Angelo Buffa ha raccolto 97 voti, i concorrenti Annalisa Tessaro (assessore comunale uscente) ne ha ricevuti 87 ed 84 Giuliano Molinari. Oggi il bar a Strigno sarà chiuso per ferie. Ma il suo gestore avrà altro da fare. “Da oggi sarò sempre presente in comune – ricorda Buffa – e il primo impegno sarà quello di incontrare gli altri due sindaci neo eletti di Castello e Pieve”.