ALTO CONTRASTO -a +A
Per la giornata nazionale

Lo Statuto in Braille donato dall’IRIFOR

Trento. Una copia della Costituzione italiana, dello Statuto di autonomia e della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità in scrittura Braille è stato consegnato ieri alle autorità da parte di Ferdinando Ceccato, il presidente di Irifor in occasione della giornata nazionale del Braille. La cooperativa sociale Irifor del Trentino e l’associazione Progresso Ciechi hanno voluto ricordare questa giornata con un momento di riflessione dedicato all’importanza che il Braille riveste per i ciechi e gli ipovedenti coinvolgendo le istituzioni provinciali e regionali. Il sistema di scrittura e lettura ideato da Louis Braille nel 1829 ricopre un ruolo fondamentale per i disabili visivi, poiché permette l’accesso al patrimonio culturale scritto dell’umanità e all’informazione, diventando così un potente veicolo di integrazione nella società. L’inventore francese ebbe la geniale intuizione in giovane età, grazie all’incontro con un militare che raccontava di come nell’esercito si usassero dei codici per trasmettere messaggi. Giunse quindi all’ideazione di questo sistema di lettura e scrittura, che nel tempo si è poi ulteriormente evoluto per restare al passo con i progressi della tecnologia, soprattutto informatica.