ALTO CONTRASTO -a +A

Kuzminac, il “medico cantautore”

Nella sala rossa della Irifor arriva il musicista trentino
Giovedì 3 marzo il buio della Sala Rossa aprirà le sue porte a Goran Kuzminac che delizierà il viaggio del pubblico nell’oscurità più totale con la sua musica. Il cantautore trentino torna con una situazione completamente nuova, quella del buio, per regalare agli spettatori nuove e vibranti emozioni. Il concerto si terrà alle ore 20 (con ritrovo per il pubblico alle 19:45) presso la Sala Rossa della Cooperativa Irifor del Trentino in via Malvasia 15 a Trento. Goran Kuzminac, cantautore trentino di origine slava, iniziò molto presto a suonare la batteria, ma fu con la chitarra che perfezionò una particolare tecnica di finger picking appresa durante il viaggio da un militare americano. Laureato in medicina, condusse per anni la parallela carriera di cantautore collaborando con noti nomi del mondo musicale come Dalla, De Gregori, Branduardi, Venditti. Il successo arrivò nel 1978 con il singolo “Stasera l’aria è fresca” e nel 1980 Kuzminac pubblicò il suo primo album, “Ehi ci stai”, da cui fu tratto il singolo. Collaborò con Ivan Graziani e Ron con i quali intraprese una vera e propria tournée. Lavorò in seguito con Patty Pravo, Marco Ferradini e Mario Castelnuovo. Incise molti brani negli anni ’80 e scrisse testi per altri cantanti, lavorando spesso dietro le quinte dei palcoscenici musicali. Negli anni ’90 iniziò ad occuparsi anche di ricerca musicale, grafica professionale 3D, post produzione video, produzione di videoclip e di colonne sonore per varie produzioni. Anni molto attivi per Kuzminac, quelli del XXI secolo. Nel 2008 è uscito “Dio suona la chitarra”, nel 2011 “Solo ma non solo”, Cd/Dvd, il suo primo live, registrato in teatro con chitarra e voce e nel 2012 l’album di inediti “Fiato”. La più recente fatica risale allo scorso anno. Si tratta di un insieme di dieci brani intitolato “Goran Kuzminac & Stefano Raffaelli Jazz Quartet”. In qualità di medico, il cantautore è esperto in musicoterapia e dal 2009 svolge anche l’attività di musicoterapeuta presso l’ospedale psichiatrico Villa dei Fiori di Roma.