ALTO CONTRASTO -a +A

Il Lions day: day service agli ambulatori mobili

Rovereto. Lions in piazza, tra dimostrazioni di bastoni tecnologici per ciechi, raccolta di peluche per i bambini di pediatria, le formiche di Vettori, visite mediche e solidarietà. Questo ed altro ancora è stato ieri il Lions Day nella piazza dell'Urban City in corso Rosmini. Quest'anno (complice anche un governatore roveretano, Davide D'Eliseo) il distretto Lions che comprende le province di Trento, Bolzano, Verona e Vicenza ha scelto Rovereto per la giornata dedicata alla promozione dei progetti internazionali e locali gestiti dai club. Protagonisti sono stati in particolare i tre club roveretani - Host, San Marco e Depero - con una decina di stand per far o conoscere le loro attività. La giornata è stata inaugurata alla presenza del sindaco Francesco Valduga; ospite d'onore è stato Fabio Vettori, il disegnatore trentino divenuto una celebrità grazie alle sue formichine (ha dedicato un ritratto alla giornata, dove al posto dei tanti "leoni" roveretani c'erano tante formichine, metafora calzante dato la grande operatività dei club locali). Erano presenti due "ambulatori" mobili, gestiti in collaborazione con Irifor e le farmacie Amr. Al primo diverse decine di persone hanno avuto l'opportunità di una visita oftalmica, per verificare la vista; al secondo, grazie ai farmacisti Amr, è stato possibile fare un test gratuito sulla glicemia. A quest'ultimo test si sono sottoposte oltre un centinaio di persone. I Lions hanno poi raccontato le loro varie azioni, di solidarietà e di scopo benefico. Dalla raccolta di fondi per i vaccini contro il morbillo, iniziativa di livello mondiale, al "libro parlato", progetto della biblioteca civica Tartarotti finanziato dai club di Rovereto, grazie al quale ciechi e ipovedenti possono leggere un libro ascoltandolo. M.S.