ALTO CONTRASTO -a +A

Disabilità: Dark on the Road, camion-ristorante per conoscere “il sapore del buio”

Sensibilizzazione in favore di ciechi e ipovedenti

Si ferma oggi e domani a piazza Montecitorio il camion ristorante di 12 metri con 36 posti dove conoscere il “sapore del buio”. L’iniziativa è realizzata dalla Cooperativa Sociale Irifor del Trentino Onlus, che si occupa di riabilitazione di persone cieche e ipovedenti in collaborazione con il Presidente della Commissione Affari Sociali della Camera e con il supporto della Provincia di Trento e del Comune di Trento.

“Il mondo del buio è diverso dal mondo della luce. Con il Dark on the Road Tiflosystem svolgiamo attività di sensibilizzazione a favore di persone che vivono forme più o meno marcate di disabilità visiva”, spiega Ferdinando Ceccato direttore di Irifor, che aggiunge: “viviamo in un mondo dell’immagine da cui sono esclusi i non vedenti, così come dal mondo di Internet. C’è una legge del 2004 che riguarda l’accessibilità dei siti web ai ciechi ma non è mai stata messa in pratica. Si tratta di una barriera sensoriale enorme”.

Dark on the Road è un mezzo speciale attrezzato come “bar al buio” itinerante all’interno del quale, nell’oscurità più completa e affidandosi a camerieri ciechi e ipovedenti, è possibile farsi guidare alla degustazione di bevande, vini e prodotti della tradizione enogastronomica nazionale e in particolare trentina. “Un modo per sperimentare da condizione della disabilità visiva – afferma Ceccato - ma nello stesso tempo scoprirne le potenzialità e riscoprire la forza degli altri sensi, spesso relegati in secondo piano dalla vista”.

“Dal 2003 utilizziamo il buio per educare e sensibilizzare le persone – spiega il presidente Irifor – Il camion è anche un modo per far lavorare i nostri giovani e farli sentire a pieno nella società. Si tratta della prima iniziativa a livello europeo”. Nel periodo natalizio il camion ristorante sarà presente nei mercatini di Trento, dalla primavera sarà in giro per l’Italia.

L’iniziativa è stata presentata a Montecitorio “perché volevamo iniziare a sensibilizzare chi ha più potere decisionale”, sottolinea Ceccato che alla politica chiede “l’approvazione della legge di riforma per il ricollocamento dei centralinisti non vedenti, ormai superata dalla tecnologie, e più fondi per l’assistenza scolastica ai bambini non vedenti”.

La spesa del camion di 280 mila euro, è completamente finanziata da sponsor privati.

Stasera e fino alle 19 di domani il camion rimarrà in piazza Montecitorio per offrire a più persone possibili una esperienza originale.