ALTO CONTRASTO -a +A

Un ottobre di prevenzione grazie a preziose collaborazioni territoriali 

L’Unità Mobile Oftalmica della Cooperativa IRIFOR del Trentino ha vissuto un intenso mese di ottobre all’insegna della prevenzione, uno dei settori di attività rivolti alla popolazione. Grazie alla preziosa collaborazione con IAPB Italia Onlus, Cassa Rurale di Trento, Gruppo Itas Assicurazioni e Lions Clubs International sono stati effettuati oltre 600 screening visivi nel mese in cui viene celebrata la Giornata mondiale della Vista e vengono realizzate iniziative su tutto il territorio nazionale con l’Obiettivo di diffondere la cultura della prevenzione e informare circa le principali patologie visive. “Guarda che è importante” è stato lo slogan lanciato da IAPB Italia Onlus per questa edizione e, stando alle statistiche, si rileva che il 20% delle persone non sa di avere problemi visivi (dalla miopia al glaucoma). È per questo che iniziative come quelle che la Cooperativa porta avanti dal gennaio 2012 (in cui venne inaugurato il computer oculistico) sono davvero preziose. L’Unità Mobile è un’eccellenza trentina che, nel corso degli anni, si è fatta conoscere e apprezzare a livello nazionale con numerose tappe in Veneto, Friuli, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Liguria, ecc. A bordo del mezzo speciale la strumentazione è all’avanguardia e vi opera un’equipe di professionisti, tra medici oculisti e ortottisti e assistenti in oftalmologia.La salute dei nostri occhi è molto importante, si sa, e sottoporsi a controlli periodici è fondamentale per riuscire, in caso di patologie, a intervenire in tempo per limitare i danni o iniziare, se necessario, percorsi di riabilitazione visiva e funzionale, con l’obiettivo di garantire una qualità della vita migliore possibile. IRIFOR ringrazia tutte le realtà che supportano le varie campagne di prevenzione, comprendendone l’importanza e lavorando in un’ottica efficace ed efficiente per una cooperazione che collabora per contribuire al miglioramento dei servizi a favore del territorio e soprattutto della comunità