ALTO CONTRASTO -a +A

Il gioco di squadra

(tratto da "Sesto Senso" - marzo 2012)

Ovvero rimanendo uniti si riesce meglio
Sempre più spesso nell’allestire e nel concretizzare le proprie molteplici iniziative, la sezione provinciale di Trento dell’Uici si trova ad essere affiancata da due splendide realtà che, anche se nate relativamente da poco tempo, si sono già distinte per la perizia dimostrata nell’affiancare il cieco e l’ipovedente. La prima realtà è l’I.Ri.Fo.R del Trentino (Istituto per la ricerca, la formazione e la riabilitazione), la seconda è la Cooperativa Sociale IRIFOR del Trentino Onlus.
L’I.Ri.Fo.R del Trentino si pone l’obiettivo di supportare chi ha problemi di vista tramite differenti percorsi. Come non citare ad esempio i riuscitissimi corsi di cucina, acquagym, ginnastica, recitazione, braille, mobilità ed orientamento, cucito, ceramica, judo? Queste attività, analizzate ad una ad una possono apparire agli antipodi, ma invece forniscono un ventaglio completo di opzioni a favore di ciascuna persona e delle sue esigenze nei diversi ambiti di vita. La Cooperativa Sociale IRIFOR del Trentino Onlus, fra le innumerevoli attività, si è posta all’attenzione intervenendo con forza ed impegno nel ramo della prevenzione: ad inizio anno è stato inaugurato un camper, rosso sfavillante e modernamente attrezzato che si sposta sul territorio della nostra provincia per raggiungere anche i paesini più decentrati ed effettuare le medesime visite di prevenzione che vengono fornite anche presso la sede della Cooperativa a Trento in via della Malvasia 15, dove si trovano moderni e funzionali ambulatori. La Cooperativa gestisce inoltre un’aggiornatissima ausilioteca, fornita di svariati articoli per chi non vede, quali bilance, sveglie, orologi, termometri, telefoni parlanti, ecc. e per chi dispone ancora di un residuo visivo: ingranditori di ogni tipo e per ogni esigenza. Voglio infine spendere una parola anche a favore della determinante figura dei facilitatori della comunicazione, ovvero dei professionisti che supportano i nostri ragazzi nella scuola e ne facilitano appunto l’istruzione: è sempre l’IRIFOR che, con la propria equipe tecnica garantisce la formazione, la selezione e la gestione dei facilitatori. Pensiamo che queste poche righe dimostrino chiaramente come la realtà quotidiana sia in rapida e costante evoluzione e come sia giusto che l’UIC sia aperta e si rivolga in tutte le direzioni al fine di aiutare i propri soci in modo sempre più professionale.
(Ferdinando Ceccato)