ALTO CONTRASTO -a +A

BAR AL BUIO

Due giorni davanti a Montecitorio

Il viaggio del nuovo mezzo della Cooperativa IRIFOR del Trentino è iniziato il 9 e 10 dicembre 2016, meta una location davvero prestigiosa. Si è trattato, infatti, di una “due-giorni” nella quale il nuovo bar al buio itinerante ha sostato davanti a Palazzo Montecitorio a Roma, per offrire ai parlamentari l’opportunità di vivere quella che ormai si caratterizza come un’esperienza da non lasciarsi sfuggire.

Ad accoglierli, come di consueto, lo staff di camerieri ciechi ed ipovedenti, con i quali numerosi esponenti di varie forze politiche si sono intrattenuti, non solo per degustare bevande, vini e prodotti della tradizione trentina nella più totale oscurità, ma anche per cercare di vincere, almeno per breve tempo, il timore di avvicinarsi ad una condizione lontana dalla loro quotidianità.

In questa esperienza i ruoli si rovesciano: il disabile visivo diviene accompagnatore di chi vede, in un contesto in cui la vista non è più utile, ma può essere sostituita da altri sensi per permettere al soggetto di condurre il gioco ed essere protagonista dell’attività di cameriere/guida.

La stessa Presidente della camera, Onorevole Laura Boldrini, cliente d’eccezione del bar di IRIFOR e TIFLOSYSTEM, nell’esprimere entusiasmo per l’iniziativa, ha affermato che occorre impegnarsi maggiormente per garantire opportunità di lavoro ai ciechi ed agli ipovedenti. Da tempo ormai la realtà economica e tecnologica determina la forte riduzione di posti di lavoro in ambiti tradizionali, come quello del centralinismo, ma può aprirne altri più interessanti, a condizione che la collettività venga adeguatamente sensibilizzata in tal senso e si operi concretamente per superare pregiudizi e barriere di vario tipo.

Durante i due giorni nella capitale non è mancata l’occasione per far trasparire anche il lato ironico della vita dei disabili visivi, dato che la nota trasmissione “Striscia la Notizia”, con un suo inviato, ha dato voce alla positività che i camerieri desiderano infondere negli avventori di questo singolare bar. L’evento, realizzato con la collaborazione del Presidente della Commissione Affari Sociali della Camera, Mario Marazziti, ha fruito anche del sostegno della Provincia di Trento e del Comune Capoluogo.

L. B.